Approvato al Senato il DDL Intercettazioni

Contro la "legge bavaglio" giornalisti, pm e forze dell'ordine

10 Giu
0

Via libera oggi in Senato al disegno di legge sulle intercettazioni, con 164 voti a favore e 25 contrari (il Pd non ha partecipato al voto), dopo che il Governo ha posto la questione di fiducia. Il prossimo passo sarà la votazione alla Camera, prevista per il 9 di luglio. Per lo stesso giorno la FNSI ha annunciato una giornata di black out della stampa, quasi ad anticipare la deriva naturale di questa legge: l’impedimento per i giornalisti ad informare, e per i cittadini ad essere informati.

Al di là di qualsiasi valutazione politica, ci sono alcune domande che sorgono spontanee e richiedono una riflessione: quali possono essere le qualità positive di una legge che, in un colpo solo, ha sollevato proteste da parte delle forze dell’ordine, dei magistrati e dei giornalisti? A chi giova una legge del genere? Se l’intento è quello di proteggere la privacy, non esiste un modo migliore, che magari non preveda l’eliminazione degli strumenti necessari ai magistrati per svolgere il loro lavoro e proteggere la sicurezza dei cittadini? (altro…)

Una Tim Tribù è per sempre...o no?Sono anch’io uno dei tanti, tantissimi e forse troppi clienti di Telecom Italia Mobile interessati dalla cosiddetta rimodulazione delle tariffe del Settembre 2008. E anch’io come gli altri sono amareggiato per essermi trovato da un giorno all’altro con una tariffa diversa da quella che avevo sottoscritto.

A differenza di molti, però, spinto dal mio interesse per il diritto e avvantaggiato da una buona conoscenza del Web, ho potuto fare qualche ricerca in più per vederci chiaro, e ora mi ritrovo piuttosto divertito nel segnalare una curiosità  che sembra sfuggita ai più, un perfetto esempio di pubblicità  ingannevole scoperta “a posteriori”. Se avete fretta di scoprire di cosa si tratta, o non avete tempo di leggere l’articolo, potete saltare subito alle conclusioni.

Per tutti gli altri, ecco come si sono svolti i fatti. (altro…)